Home » LA NOSTRA STORIA

Riportiamo qui di seguito quanto contenuto su Wikipedia, riguardo la storia del nostro bellissimo reparto . Ringraziamo gli Autori per il preciso e minuzioso lavoro di ricerca; noi non avremmo saputo fare meglio .

ll 13º Gruppo acquisizione obiettivi “Aquileia”, meglio conosciuto con l’acronimo di GRACO, è stato un reparto misto di artiglieria e paracadutisti dell’Esercito Italiano. Fondato nel 1959 e attivo fino al 1993, era inquadrato nella 3ª Brigata missili “Aquileia”. Stanziato nella caserma “Ugo Passalacqua” di Verona, era un reparto specializzato nell’acquisizione di obiettivi nemici sia con aerei teleguidati o paracadutisti.

Cenni storici

Per l’acquisizione degli obiettivi situati in territorio nemico e destinati ad essere distrutti dai missili e dall’artiglieria, il 1 ottobre1959 viene costituito a Vicenza presso la Caserma “Antonio Chinotto”, in seno alla III Brigata Missili, una Plotone di paracadutisti denominata Distaccamento Speciale Paracadutisti Acquisizione Obiettivi.


Il 1 luglio1960 cambia nome, ingrandendosi, in 1ª Compagnia Ricognizione e Sorveglianza ed il 1 agosto1960 cambia di nuovo nome in Battaglione Acquisizione Obiettivi, strutturandosi in:

a) Compagnia Comando;

b) Compagnia Ricognizione e Sorveglianza:

– Plotone Comando;

– Plotone Paracadutisti;

– Plotone Sorveglianza Aerea (con 6 aerei leggeri e 2 elicotteri):

– Sezione Sorveglianza Aerea;

– Sezione Trasporti Aerei;

– Sezione Manutenzione Velivoli e Servizi Aeroportuali.

Il 1 gennaio1961 prende il nome di XIII Gruppo Artiglieria da Ricognizione,

strutturandosi in:

a) Reparto Comando;

– 1ª Batteria Paracadutisti:

– 1ª Sezione Paracadutisti;

b) S.A.L. – Sezione Aerei Leggeri.

Il 1 marzo1963 il Gruppo si trasferisce a Montorio Veronese presso la Caserma “M.O.V.M. Giovanni Duca”.

Il 21 maggio1964 si aggiunge una S.A.T. – Sezione Aerei Teleguidati equipaggiata con ricognitori teleguidati (drone) AN/USD-1B (U.A.V. Unmanned Aerial Vehicle Northrop Ventura Radioplane RP-71 “Falconer” – MQM-57B)

Il 15 dicembre1966 viene attivata una Sezione Elicotteri di Uso Generale (S.E.U.G.), da un Distaccamento dell’Aviazione Leggera dell’Esercito con Base all’Aeroporto di Verona-Boscomantico, equipaggiata con elicotteri AB 204B;

il Gruppo risulta così strutturato:

– Reparto Comando;

– Batteria Paracadutisti;

– S.A.T. – Sezione Aerei Teleguidati;

– R.A.L. – Reparto Aviazione Leggera:

– S.A.L. – Sezione Aerei Leggeri;

– S.E.U.G. – Sezione Elicotteri di Uso Generale.

Al XIII Gruppo Acquisizione Obiettivi viene assegnato lo STANAG 9030.


Nel 1967 il S.E.U.G. riceve il primo elicottero AB 204B.


Nell’ottobre1969 il Gruppo si trasferisce a Verona presso la Caserma “Mastino della Scala”.


Il 18 luglio1973 il Gruppo perde il proprio R.A.L. – Reparto Aviazione Leggera, che passa alle dirette dipendenze del Comando della III Brigata Missili.

Il 1 settembre1973 il Gruppo si trasforma in XIII Gruppo Ricognizione ed Acquisizione Obiettivi, trasformando la S.A.T. – Sezione Aerei Teleguidati in B.A.T. – Batteria Aerei Teleguidati.


Il 28 gennaio1975 il R.A.L. – Reparto Aviazione Leggera, passato alle dirette dipendenze del Comando della III Brigata Missili, ritorna alle dipendenze del Gruppo, che si trasferisce a Verona presso la Caserma “M.O.V.M. Ten. Ugo Passalacqua”, mentre il R.A.L. rimane con Base all’Aeroporto di Verona-Boscomantico.

Il 1 ottobre1975 il Gruppo cambia denominazione in 13º Gruppo Acquisizione Obiettivi “Aquileia” (Gr.Ac.O.) e strutturazione:

– B.C.S. – Batteria Comando e Servizi;

– B.A.O. – Batteria Acquisizione Obiettivi “Pipistrelli” (circa un centinaio di uomini);

  • B.A.T. – Batteria Aerei Teleguidati;

Componente Aerea:

– Squadrone Aerei Leggeri, dotata di O-1E;

– Squadrone Elicotteri, dotata di AB 205;

  • Squadrone Manutenzione.

Nel 1976 nel Gr.Ac.O. avviene una nuova strutturazione:

– B.C.S. – Batteria Comando e Servizi;

– B.A.O. – Batteria Acquisizione Obiettivi “Pipistrelli” (circa un centinaio di uomini);

– B.A.T. – Batteria Aerei Teleguidati;

Componente Aviazione Leggera:

– 398º Squadrone Aerei Leggeri;

– 598º Squadrone Elicotteri Multiruolo;

– Squadrone Manutenzione Aerei Leggeri.

Agli Squadroni viene fissato come nominativo di chiamata radio “Rosa”, e viene assegnato al Gr.Ac.O. lo STANAG 5513.
Nella primavera1976 il 398° Squadrone Aerei Leggeri riceve gli aerei leggeri SM 1019.
Nel 1977 la B.A.T. – Batteria Aerei Teleguidati è equipaggiata con i nuovi ricognitori teleguidati (drone) AN/USD-501 (U.A.V. Unmanned Aerial Vehicle Canadair CL-89b “Midge”).

Dal 28 novembre1977 il Gr.Ac.O. è componente della 3ª Brigata Missili “Aquileia” ed il 30 novembre1985, con ordine del Protocollo n° 135/151 del 24 luglio1985 dell’Ufficio Ordinamento del I Reparto dello Stato Maggiore dell’Esercito, perde la sua Componente Aviazione Leggera, ed il 16 dicembre1986 riceve la Bandiera di Guerra.
 Il 1 dicembre1991 passa alle dipendenze del 3º Reggimento Artiglieria “Aquileia” fino al 28 settembre1992 quando passa alle dipendenze del Comando Artiglieria del 5º Corpo d’Armata.
 Il 31 luglio1993 la B.A.T. – Batteria Aerei Teleguidati passa al 41º Gruppo Specialisti Artiglieria “Cordenons” a Casarsa della Delizia nella Caserma “Trieste” e la B.A.O. – Batteria Acquisizione Obiettivi “Pipistrelli” diventa autonoma nell’ambito del Comando Artiglieria del 5º Corpo d’Armata.
 Il Gr.Ac.O., oramai ridotto a quadro con la sola B.C.S. – Batteria Comando e Servizi viene sciolto il 30 settembre1993 e la Bandiera di Guerra portata al Vittoriano il 10 novembre1993.

L’addestramento

L’addestramento del Gr.Ac.O. era complesso, atipico e spiccatamente specializzato; oltre al normale addestramento comune, all’impiego di automezzi e mezzi delle trasmissioni si caratterizzava:

per gli acquisitori di obiettivi con:

abilitazione al lancio con paracadute e ripiegamento degli stessi paracadute;

tecnica della caduta libera, penetrazione sottovela con lanci da alta quota con

paracadute ad elevata spinta, aviolanci da aereo e da elicottero con frequenza

quindicinale;

conoscenza dei mezzi dei principali eserciti del mondo e relativo impiego ;

abilitazione alla trasmissioni contratte;

movimento soprattutto notturno, in ambiente vario controllato dal nemico;

abilitazioni al movimento con tecniche specifiche: nuoto, voga con canoe,

navigazione con battelli a motore, sci, roccia e sopravvivenza in territorio controllato

dal nemico;

esercitazioni di sorveglianza ed acquisizione obiettivi nei vari ambienti;

per il sistema di aerei (droni) con:

sviluppo fotografico e fotointerpretazione;

controllo e riparazione di ogni componente del velivolo;

assiematura dei velivoli e loro approntamento per il lancio;

servizio alla rampa per il lancio del drone;

programmazione della rotta di volo;

operazioni per il recupero del velivolo;

esercitazioni esterne periodiche con lanci simulati;

esercitazioni reali semestrali nel Poligono Interforze di Salto di Quirra in Sardegna.

Le denominazioni

III Brigata Missili

01.10.195900.07.1960 =

Distaccamento (Squadra) Speciale Paracadutisti Acquisizione Obiettivi (Portogruaro)

01.07.196001.08.1960 =

1ª Compagnia Ricognizione e Sorveglianza (Portogruaro)

01.08.196001.01.1961 =

Battaglione Acquisizione Obiettivi (Vicenza)

01.01.196101.09.1962 =

XIII Gruppo Artiglieria da Ricognizione (Vicenza)

01.09.196201.09.1973 =

XIII Gruppo Acquisizione Obiettivi (Vicenza, Boscomantico, Montorio Veronese,

Verona)

01.09.197301.10.1975 =

XIII Gruppo Ricognizione ed Acquisizione Obiettivi (Verona, Boscomantico)

01.10.197528.11.1977 =

13º Gruppo Acquisizione Obiettivi “Aquileia” (Verona, Boscomantico)

3ª Brigata Missili “Aquileia”

28.11.197701.12.1991 =

13º Gruppo Acquisizione Obiettivi “Aquileia” (Verona, Boscomantico)

3º Reggimento Artiglieria “Aquileia”

01.12.199128.09.1992 =

13º Gruppo Acquisizione Obiettivi “Aquileia” (Verona)

I Comandanti del Gruppo

19601962: Cap.Giulio C. Bertazzoni

19621963: Cap.Carlo Surrentino

19631964: Ten.Col.Mario Alvino

19641966: Magg.Giuseppe Centrella

19661968: Ten.Col.Demetrio Rappa

19681971: Ten.Col.Domenico Stefanello

19711974: Ten.Col.Franco Barbano

19741976: Ten.Col.Franco Vecchi

19761977: Ten.Col.Pasquale Capussela

19771978: Ten.Col.Ugo De Matteis

19781980: Ten.Col.Gianni Buttazzoni

19801981: Ten.Col.Enrico Sica

19811982: Ten.Col.Marcello Bartolini

19821983: Ten.Col.Pietro Verna

19831985: Ten.Col.Giuseppe Aquili

19851987: Ten.Col.Silvano Turchetti

19871989: Ten.Col.Tommaso Mancini

19891991: Ten.Col.Luciano Rapanà

19911992: Ten.Col.Stelio Luciano

19921993: Ten.Col. Giovanni Bernardi

Comments are closed.

banner web